Vino Rosso

Visualizzazione di 1-9 di 12 risultati

Vino Rosso

  • 0,00

    Brut Rosé Vino Spumante – Rosa Del Golfo

    VINO SPUMANTE DI QUALITÀ

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE:

    UVE: Negroamaro e chardonnay.

    COLORE: All’occhio rosa delicato, con riflessi dorati. Bollicine finissime tipiche del metodo classico.

    PROFUMO: Al naso elegante e fine, con ricordi di piccoli frutti rossi.

    GUSTO: Al palato grande stoffa, morbido ed elegante, di piacevolissima beva.

    SPUMANTIZZAZIONE: presa di spuma con metodo classico (rifermentazione in bottiglia) con permanenza sui lieviti di 30 mesi.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: ottimo per l’aperitivo e gli antipasti, di grande classe con tutte le specialità a base di pesce e crostacei.

    SERVIRE A 6°- 8°C.

  • 0,00

    Negramante – Cantine PaoloLeo

    NEGROAMARO SALENTO IGP

    Considerato il più celebre tra i vitigni autoctoni salentini, il Negroamaro racconta l’identità del Salento grazie alla sua struttura, persistenza e fascino. Il suo carattere,deciso e rustico, lo rende un vino rosso dal romantico sorso.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale di San Donaci in provincia di Brindisi.

    UVE: 100% Negroamaro.

    COLORE: Color rosso rubino intenso dai riflessi violacei che tendono al granato.

    PROFUMO: All’olfatto propone piccoli frutti rossi come more e gelsi in piena maturazione. Sentori di prugne appassite e spezie dolci donano un’avvolgente percezione terziaria.

    GUSTO: Dal gusto avvolgente e rotondo. Il tannino, deciso ma non invadente, dimostra un corpo robusto. Finale di piacevolissima persistenza con richiamo alla frutta rossa ben matura.

    VENDEMMIA: La vendemmia viene effettuata alle prime ore del mattino in temperatura ambiente decisamente più fresca.

    VINIFICAZIONE: Dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio inox a temperatura controllata di 22-24°C per 8-10 giorni. Il mosto viene sottoposto a diversi rimontaggi e delestage che offrono una tecnologica estrazione di colore e tannini. Successivamente il vino viene svinato in pressa soffice.Dopo il primo travaso, sempre in acciaio inox, avviene la fermentazione malolattica.

    AFFINAMENTO: 3 mesi in barriques di rovere francese di secondo e terzo passaggio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: obusto e deciso il Negroamaro si concede a piatti di ricca struttura come primi piatti al forno e ragù a lenta cottura. Le migliori braci di carne valorizzano la struttura del vino. Abbinato con salumi e formaggi diventa un ospite di grande compagnia.

    SERVIRE A 18°C.

  • 9,50

    Negroamaro Salento IGT 2017 – Cantele

    NEGROAMARO SALENTO IGT 2017 – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Salento

    UVE: 100% Negroamaro

    COLORE: un colore rubino intenso con tenui e sfuggenti riflessi color viola.

    PROFUMO: L’olfatto è composto da frutti rossi e da un delicato erbaceo appena percettibile, che si miscela ad un inizio di etereo. Prettamente identificabili l’amarena, la prugna rossa, il timo e, in ritardo, la pietra focaia.

    GUSTO: Il gusto è caratterizzato da un buon equilibrio gustativo tra morbidezza e alcolicità, contrapposto alla mineralità e alla freschezza. Elaborata la persistenza gustativa, inizialmente morbida, con delicato retrogusto incisivo, tipico del vitigno.

    VENDEMMIA: Metà settembre.

    VINIFICAZIONE: Dopo la diraspatura e la pigiatura, il mosto rimane in macerazione con le bucce per 6-7 giorni. La temperatura di fermentazione viene mantenuta entro i 22-24°C.

    AFFINAMENTO: In serbatoio d’acciaio fino all’imbottigliamento.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Vino pronto, con delicate evoluzioni olfattive nei successivi 2-3 anni, a cui seguono evoluzioni gustative orientate alla diminuzione della componente tannica.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Ottimo accompagnato ad un tagliere di salumi e formaggi locali. Perfetto da abbinare ad un piatto di terra carico nel gusto, come delle braciole di cavallo al sugo.

    SERVIRE A 16-18°C.

  • 7,90

    Negroamaro Varietali – Cantine PaoloLeo

    SALENTO IGP

    Considerato il più celebre tra i vitigni autoctoni salentini il Negroamaro racconta l’identità del Salento grazie alla sua struttura, persistenza e fascino. Il suo carattere, deciso e rustico, lo rende un vino rosso dal romantico e suadente sorso.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale di San Donaci e Salice Salentino.

    UVE: 100% primitivo

    COLORE: Rosso rubino più o meno intenso.

    PROFUMO: Intenso, pieno e fragrante.

    GUSTO: Armonico, di corpo, con sensazioni di piccoli frutti rossi.

    VENDEMMIA: La vendemmia manuale viene effettuata alle prime ore del mattino preservando freschezza e aromaticità.

    VINIFICAZIONE: Dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio a temperatura controllata di 22-24°C per 8-10 giorni. La fermentazione viene controllata affinché i rimontaggi giornalieri possano esprimere la migliore tipicità del vitigno. Successivamente avviene la fermentazione malolattica.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: 5 mesi in acciaio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: tipicità che sposa carni di ricca struttura. Proposto in compagnia di brasati e ragù di cinghiale, Formaggi strutturati e salumi speziati.

    SERVIRE A 18°C

  • 15,50

    Orfeo Negroamaro – Cantine PaoloLeo

    Puglia IGP

    Considerato il più celebre tra i vitigni autoctoni salentini il Negroamaro racconta l’identità del Salento grazie alla sua struttura, persistenza e fascino. Il suo carattere,deciso e rustico, lo rende un vino rosso dal romantico e suadente sorso

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale del Salento in una zona esposta ai venti del Mar Ionio e Adriatico, estesa dalla provincia di Taranto a Brindisi.

    UVE: 100% Negroamaro

    COLORE: color rosso rubino dai riflessi granati.

    PROFUMO: All’olfatto dimostra un’ampiezza di illustre eleganza. Lodevoli spezie sfumano in frutti in confettura, dolci e canditi. Scorzette di arancia intinte in cioccolato fondente sono una chicca più che sorprendente. More, gelsi e lamponi  sono un tocco succoso ed estivo. Il finale ricorda il cacao con piccole note di cappuccino. I

    GUSTO: l sorso è  decisamente voluminoso. Il tannino, particolarmente morbido ed avvolgente, crea un equilibrio dei sensi in perfetta armonia. Dal finale lungo e persistente appaga magistralmente tutti i sensi.

    VENDEMMIA: La raccolta manuale viene effettuata alle prime ore del mattino. I grappoli vengono riposti con amore in piccole cassette di 5 kg circa conservando, così, la loro integrità. La consegna in cantina è molto attenta e si esegue con particolare rapidità affinché le uve possano esprimere il massimo del loro potenziale.

    VINIFICAZIONE: Dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio a temperatura controllata di 25 °C per 8-10 giorni. La macerazione sulle bucce dura 12-15 giorni, con attenti rimontaggi e pressatura soffice finale delle vinacce.

    AFFINAMENTO: 3 mesi in acciaio, 12 mesi in barriques di rovere americano e francese e 3 mesi in bottiglia.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Il Negroamaro di Orfeo, morbido e sensuale, è in grado di ricreare gli abbinamenti più virtuosi. I grandi classici come cannelloni ripieni, lasagne e ragù offrono un inconfondibile pasto conviviale. Grandi braci, dai tagli pregiati, esplodono nei sensi più piacevoli del gusto. Abbinato a sformati di zucchine e parmigiane al forno sono un preludio per grandi brindisi di piacere.

    SERVIRE A 18°C.

  • 12,90

    Passo del Cardinale – Cantine Paolo Leo

    PRIMITIVO DI MANDURIA

    Il Primitivo è un antico vitigno coltivato in Puglia le cui uve presentano una maturazione molto precoce rispetto ad altre varietà. Una particolarità del tutto interessante del Primitivo è che a distanza di soli 20 giorni dalla vendemmia, questo vitigno, è in grado di dare una discreta seconda produzione. Tradizionalmente i frutti di questa “seconda vendemmia” vengono utilizzati per donare freschezza a questo vino poderoso migliorandone l’acidità dei mosti ottenuti dalla prima vendemmia.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale dei paesi di Manduria e Sava, in provincia di Taranto.

    UVE: 100% primitivo

    COLORE: Rosso Rubino intenso.

    PROFUMO: Bouquet di frutti a bacca nera, principalmente cassis e ribes nero, con note di liquirizia e cocco.

    GUSTO: Bilanciato, con tannini vellutati, una giusta acidità e un finale persistente.

    VENDEMMIA: la vendemmia viene effettuata alle prime ore del mattino con temperature fresche che preservano la tipicità del vitigno.

    VINIFICAZIONE: Dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio a temperatura controllata di 25 °C per 8-10 giorni. La macerazione sulle bucce dura 15-18 giorni per ottimizzare l’estrazione delicata di tannini e antociani.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: 3 mesi in barriques di rovere americano e 6 mesi in acciaio

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: carni pregiate di rigorosa struttura. Tagliate di manzo e bistecche ai ferri o orecchiette al sugo.

    SERVIRE A 18°C

  • 9,50

    Primitivo Salento IGT – Cantele

    PRIMITIVO SALENTO IGT – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Sava (Ta), Torricella (Ta), Manduria (Ta).

    UVE: Primitivo.

    COLORE:  Il Cantele Primitivo Salento 2017 Igt si presenta con un colore rubino intenso con tenui e sfuggenti riflessi color viola.

    PROFUMO: L’olfatto è composto da frutti rossi e da un delicato erbaceo appena percettibile, che si miscela ad un inizio di etereo. Prettamente identificabili l’amarena, la prugna rossa, il timo e, in ritardo, la pietra focaia.

    GUSTO: Il gusto è caratterizzato da un buon equilibrio gustativo tra morbidezza e alcolicità, contrapposto alla mineralità e alla freschezza. Elaborata la persistenza gustativa, inizialmente morbida, con delicato retrogusto incisivo, tipico del vitigno.

    VENDEMMIA: Primi giorni di settembre.

    VINIFICAZIONE: Dopo la diraspatura e la pigiatura, il mosto rimane in macerazione con le bucce per 6-7 giorni. La temperatura di fermentazione viene mantenuta entro i 22-24° C.

    AFFINAMENTO: Breve affinamento in barrique, non superiore a sei mesi.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Da bewre subito o, in alternativa, seguire la sua evoluzione per 3 – 4 anni.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: È il vino per gli arrosti di vitello e manzo, la cacciagione, l’agnello, ed i formaggi stagionati.

    SERVIRE A 18°C.

  • 7,90

    Primitivo Varietali – Cantine PaoloLeo

    SALENTO IGP

    Il Primitivo è un antico vitigno coltivato in Puglia le cui uve presentano una maturazione molto precoce rispetto ad altre varietà. Una particolarità del tutto interessante del Primitivo è che a distanza di soli 20 giorni dalla vendemmia, questo vitigno, è in grado di dare una discreta seconda produzione. Tradizionalmente i frutti di questa “seconda vendemmia” vengono utilizzati per donare freschezza a questo vino poderoso migliorandone la freschezza dei mosti ottenuti dalla prima vendemmia.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale di Sava e Manduria in provincia di Taranto.

    UVE: primitivo.

    COLORE: color rosso rubino dai riflessi violacei.

    PROFUMO: all’olfatto si dimostra fragrante, con sentori di ciliegie e piccoli frutti rossi. More, gelsi e lamponi sono un morbido morso estivo.

    GUSTO: dal gusto rotondo e avvolgente propone una fine freschezza e setosa tannicità.

    VENDEMMIA: la vendemmia avviene manualmente verso l’ultima decade di agosto. Durante le prime ore del mattino i grappoli vengono delicatamente riposti in piccole cassette da 5 kg

    VINIFICAZIONE: dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio inox a temperatura controllata di 22-24°C per 8-10 giorni. Preziosi rimontaggi giornalieri offrono l’estrazione delle tipicità del vitigno. Subito dopo avviene la fermentazione malolattica

    AFFINAMENTO: 5 mesi in acciaio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Il Primitivo in questa linea diventa un contributo ai piatti della cucina storica pugliese. Abbinato a fumanti polpette al sugo e parmigiane al forno dona lode ai piatti a lunga cottura. Servito in abbinamento ad un tenero gulash può diventare un sorprendere pasto conviviale.

    SERVIRE A 17-18°C.

  • 12,50

    Rohesia Susumaniello – Cantele

    ROHESIA SUSUMANIELLO – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Campi Salentina (Le).

    UVE: Susumaniello.

    COLORE: Rosso rubino intenso, con tenui riflessi violacei.

    PROFUMO: Bouquet composto da frutti rossi, lamponi e prugna. Perfettamente identificabili anche la cannella, l’ amarena, petali di rosa rossa e, nel finale, il pepe bianco.

    GUSTO: Il gusto è caratterizzato da un buon equilibrio gustativo tra morbidezza e alcolicità. Vino dai tannini morbidi, con buona freschezza e grande piacevolezza di beva.

    VENDEMMIA: Metà settembre.

    VINIFICAZIONE: Dopo la diraspatura e la pigiatura, il mosto rimane in macerazione con le bucce per 6-8 giorni. La temperatura di fermentazione viene mantenuta entro i 22-24°C.

    AFFINAMENTO: Pochi mesi in legno francese e americano.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Vino pronto o conservare per 4-5 anni.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Questo vino si presta ad essere accostato a primi e secondi piatti a base di carni rosse ma si sposa alla perfezione anche con taglieri di salumi e formaggi di media stagionatura.

    SERVIRE A 18°C.

Prodotto

Prezzo