Shop

Visualizzazione di 13-24 di 99 risultati

Shop

  • 9,90

    Salice Salentino Doc Riserva 2016 – Cantele

    SALICE SALENTINO DOC RISERVA 2016 – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Guagnano (Le), Salice Salentino (Le), Campi Salentina (Le).

    UVE: Negroamaro.

    COLORE: Le striature granato sfuggono un rosso rubino intenso.

    PROFUMO: Frutti rossi, more e arancia. Le spezie terminano in netti riconoscimenti di pepe nero, the e sottobosco.

    GUSTO: Avvalorate dai fiori rossi, le sensazioni olfattive ritornano in bocca trasportate dall’alcolicità pronunciata ma non irruente. In contrapposizione i tannini e la fresca acidità rendono questo vino equilibrato e morbido.

    VENDEMMIA: Seconda metà settembre. 

    VINIFICAZIONE: Dopo la diraspatura e la pigiatura, il mosto rimane a contatto con le bucce per un periodo di macerazione di circa 10 giorni e la temperatura di fermentazione viene mantenuta entro i 25-26°C.

    AFFINAMENTO:A fermentazione malolattica completata, il vino sosta in barriques non nuove per circa 6 mesi e in acciaio fino al completamento del periodo di affinamento richiesto dal disciplinare di produzione.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Da bere subito e in alternativa seguire la sua evoluzione per 3-4 anni.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: È il vino per gli arrosti di vitello e manzo, la cacciagione, l’agnello, ed i formaggi stagionati.

    SERVIRE A 18°C.

  • 9,50

    Negroamaro Rosato – Cantele

    NEGROAMARO ROSATO – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Guagnano (Le).

    UVE: Negroamaro.

    COLORE: Vino dal suadente colore rosa chiaretto.

    PROFUMO: L’essenza di rosa e ciclamino abbraccia la frutta, con la fragola, la mora e la melagrana. L’impatto olfattivo è deciso e variegato, notevolmente tenace.

    GUSTO: In bocca il buon grado alcolico è assecondato e mitigato dalla morbidezza nonché dalla leggera e vivace freschezza. Il gusto è intenso con elegante persistenza.

    VENDEMMIA: Seconda metà di settembre.

    VINIFICAZIONE: Le uve vengono tenute a macerare a freddo per 12-18 ore al fine di estrarre dalle bucce la giustatonalità di colore e le sostanze aromatiche tipiche del vitigno di Negroamaro. Il mosto fiore viene fatto fermentare a 14-15°C in recipienti in acciaio inossidabile sino al termine della fermentazione alcolica.

    AFFINAMENTO: In serbatoio d’acciaio fino all’imbottigliamento.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Da bere subito o conservare per 1-2 anni.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: salumi (prosciutto di Parma, prosciutto toscano, salame di Felino), formaggi freschi (robiola, crescenza, ricotta), paste asciutte e risotti con salse a base di pesce o di verdure, pesci e carni bianche.

    SERVIRE A 11°C.

  • 9,50

    Primitivo Salento IGT – Cantele

    PRIMITIVO SALENTO IGT – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Sava (Ta), Torricella (Ta), Manduria (Ta).

    UVE: Primitivo.

    COLORE:  Il Cantele Primitivo Salento 2017 Igt si presenta con un colore rubino intenso con tenui e sfuggenti riflessi color viola.

    PROFUMO: L’olfatto è composto da frutti rossi e da un delicato erbaceo appena percettibile, che si miscela ad un inizio di etereo. Prettamente identificabili l’amarena, la prugna rossa, il timo e, in ritardo, la pietra focaia.

    GUSTO: Il gusto è caratterizzato da un buon equilibrio gustativo tra morbidezza e alcolicità, contrapposto alla mineralità e alla freschezza. Elaborata la persistenza gustativa, inizialmente morbida, con delicato retrogusto incisivo, tipico del vitigno.

    VENDEMMIA: Primi giorni di settembre.

    VINIFICAZIONE: Dopo la diraspatura e la pigiatura, il mosto rimane in macerazione con le bucce per 6-7 giorni. La temperatura di fermentazione viene mantenuta entro i 22-24° C.

    AFFINAMENTO: Breve affinamento in barrique, non superiore a sei mesi.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Da bewre subito o, in alternativa, seguire la sua evoluzione per 3 – 4 anni.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: È il vino per gli arrosti di vitello e manzo, la cacciagione, l’agnello, ed i formaggi stagionati.

    SERVIRE A 18°C.

  • 9,50

    Negroamaro Salento IGT 2017 – Cantele

    NEGROAMARO SALENTO IGT 2017 – CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Salento

    UVE: 100% Negroamaro

    COLORE: un colore rubino intenso con tenui e sfuggenti riflessi color viola.

    PROFUMO: L’olfatto è composto da frutti rossi e da un delicato erbaceo appena percettibile, che si miscela ad un inizio di etereo. Prettamente identificabili l’amarena, la prugna rossa, il timo e, in ritardo, la pietra focaia.

    GUSTO: Il gusto è caratterizzato da un buon equilibrio gustativo tra morbidezza e alcolicità, contrapposto alla mineralità e alla freschezza. Elaborata la persistenza gustativa, inizialmente morbida, con delicato retrogusto incisivo, tipico del vitigno.

    VENDEMMIA: Metà settembre.

    VINIFICAZIONE: Dopo la diraspatura e la pigiatura, il mosto rimane in macerazione con le bucce per 6-7 giorni. La temperatura di fermentazione viene mantenuta entro i 22-24°C.

    AFFINAMENTO: In serbatoio d’acciaio fino all’imbottigliamento.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Vino pronto, con delicate evoluzioni olfattive nei successivi 2-3 anni, a cui seguono evoluzioni gustative orientate alla diminuzione della componente tannica.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Ottimo accompagnato ad un tagliere di salumi e formaggi locali. Perfetto da abbinare ad un piatto di terra carico nel gusto, come delle braciole di cavallo al sugo.

    SERVIRE A 16-18°C.

  • 9,50

    Chardonnay Salento IGT – Cantele

    CHARDONNAY SALENTO IGT CANTELE VINO BIANCO

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Guagnano (Le), Montemesola (Ta).

    UVE: Chardonnay

    COLORE: Giallo paglierino con fugaci accenni verdolino.

    PROFUMO: Vengono dapprima liberati il mughetto, la magnolia, la ginestra, il tiglio; all’incremento olfattivo si aggiunge la frutta in fase di maturazione e un allettante erbaceo.

    GUSTO: La struttura alcolica contrapposta alla freschezza e la sapidità “saziano” le aspettative di un vino immediato e piacevole. Nel finale le riproposizioni olfattive lasciano il ricordo intenso dell’armonia di questo vino.

    VENDEMMIA: Prima decade di Agosto.

    VINIFICAZIONE: Le uve vengono diraspate, pigiate e pressate in maniera soffice. Il mosto così ottenuto viene raffreddato a 10° C per consentire una naturale chiarificazione. La fermentazione alcolica avviene in serbatoi in acciaio inox a 15° C.

    AFFINAMENTO: In serbatoio d’acciaio fino all’imbottigliamento.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: Un vino che riesce a mantenere la sua freschezza e sapidità per circa 2 anni.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Da abbinare alla produzione ittica in genere, degno compagno di molluschi e crostacei. Verdure e formaggi a pasta molle.

    SERVIRE A 11° C.

  • 8,90

    Verdeca Puglia IGT – Cantele

    VERDECA PUGLIA IGT CANTELE

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: Alberobello (Ba).

    UVE: 100% verdesca.

    COLORE: Giallo paglierino con delicati riflessi verdolini.

    PROFUMO: Intenso e persistente. Fruttato con netti sentori di mela cotogna. Floreale con sambuco e fiori di pesco. Caratteristico retro olfatto balsamico con rosmarino e salvia.

    GUSTO: Intenso con netta sensazione di freschezza e leggera nota aromatica. Retrogusto ammaliante e molto persistente, di buona complessità retro olfattiva.

    VENDEMMIA: Seconda metà di settembre.

    VINIFICAZIONE: Le uve vengono diraspate e, senza essere pigiate, vengono raffreddate a circa 8°C. A questa temperatura sostano per alcune ore per aumentare l’estrazione di aromi primari. Il mosto così ottenuto per pressatura soffice decanta a freddo per consentire una naturale chiarificazione. La fermentazione alcolica avviene in serbatoi in acciaio inox a 14°C.

    AFFINAMENTO: In serbatoio d’acciaio fino all’imbottigliamento.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Cucina di pesce, formaggi freschi e leggeri. Primi piatti delicati nelle componenti aromatiche o speziate.

    SERVIRE A 11° C.

  • 7,90

    Primitivo Rosato – Cantine PaoloLeo

    PUGLIA IGP

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: zona rurale di Manduria e Sava, in provincia di Taranto.

    UVE: rosato di primitivo

    COLORE: Color rosa cerasuolo dai riflessi luminosi.

    PROFUMO: All’olfatto ricorda croccanti sentori di fiori e frutti rossi come ciliegie e lamponi ad inizio maturazione.

    GUSTO: Dal sorso morbido propone un calibrata freschezza che riporta ad un finale piacevole e dal frutto evidente.

    VENDEMMIA: La raccolta avviene manualmente, generalmente nell’ultima decade di agosto. Alle prime ore del mattino i grappoli vengono raccolti e trasportati con particolare celerità in cantina evitando, così, il caldo afoso delle giornate salentine.

    VINIFICAZIONE: Dopo la raccolta l’uva viene pigiata e sosta in una breve macerazione a freddo di 5-6 ore. L’estrazione di delicati sentori e sapori del vino rosato diventano una priorità assoluta prima della pressatura soffice. La fermentazione segue a temperatura controllata di 15-16° C.

    AFFINAMENTO: 3 mesi in acciaio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Un rosato come può esserlo il Primitivo diventa un tocco di pregiata rusticità se abbinato con le tipiche friselline del salento. I pomodorini rossi e ben maturi, conditi con del buon olio extra-vergine pugliese, esaltano l’aromaticità di un piatto semplice quanto gustoso. Crocchette di salmone e patate, verdure in pastella ed aperitivi misti sono un piacere unico dei sensi. Un buon primo piatto? Trofiette mare e monti con pomodorino, gamberetti e funghi sono l’esaltazione della cucina mediterranea.

    SERVIRE A 10-12°C.

  • 7,90

    Primitivo Varietali – Cantine PaoloLeo

    SALENTO IGP

    Il Primitivo è un antico vitigno coltivato in Puglia le cui uve presentano una maturazione molto precoce rispetto ad altre varietà. Una particolarità del tutto interessante del Primitivo è che a distanza di soli 20 giorni dalla vendemmia, questo vitigno, è in grado di dare una discreta seconda produzione. Tradizionalmente i frutti di questa “seconda vendemmia” vengono utilizzati per donare freschezza a questo vino poderoso migliorandone la freschezza dei mosti ottenuti dalla prima vendemmia.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale di Sava e Manduria in provincia di Taranto.

    UVE: primitivo.

    COLORE: color rosso rubino dai riflessi violacei.

    PROFUMO: all’olfatto si dimostra fragrante, con sentori di ciliegie e piccoli frutti rossi. More, gelsi e lamponi sono un morbido morso estivo.

    GUSTO: dal gusto rotondo e avvolgente propone una fine freschezza e setosa tannicità.

    VENDEMMIA: la vendemmia avviene manualmente verso l’ultima decade di agosto. Durante le prime ore del mattino i grappoli vengono delicatamente riposti in piccole cassette da 5 kg

    VINIFICAZIONE: dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio inox a temperatura controllata di 22-24°C per 8-10 giorni. Preziosi rimontaggi giornalieri offrono l’estrazione delle tipicità del vitigno. Subito dopo avviene la fermentazione malolattica

    AFFINAMENTO: 5 mesi in acciaio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Il Primitivo in questa linea diventa un contributo ai piatti della cucina storica pugliese. Abbinato a fumanti polpette al sugo e parmigiane al forno dona lode ai piatti a lunga cottura. Servito in abbinamento ad un tenero gulash può diventare un sorprendere pasto conviviale.

    SERVIRE A 17-18°C.

  • 7,90

    Chardonnay Varietali – Cantine PaoloLeo

    SALENTO IGP

    Lo Chardonnay è il più celebre vitigno a bacca bianca del mondo, in grado di esprimere differentemente i territori ove viene coltivato. Nel Salento lo Chardonnay è noto per i suoi delicati aromi che ricordano il frutto ben maturo, dal buon corpo e con una fine freschezza che loda i piatti della tradizione pugliese.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: zona rurale della provincia di Brindisi.

    UVE: 100% Chardonnay.

    COLORE: color giallo paglierino dai riflessi brillanti e luminosi.

    PROFUMO: all’olfatto propone gradevolissime note che ricordano la frutta a polpa gialla come pesche ed ananas. Stuzzicanti sentori di frutta esotica donano un brio sensuale.

    GUSTO: al gusto dimostra un’attiva freschezza che rende il sorso dinamico. Piacevole in sapidità dona un tocco allegro e festoso.

    VENDEMMIA: la vendemmia viene effettuata alle prime ore del mattino verso la prima decade di Agosto. L’attenzione è sempre rivolta alla salvaguardia della freschezza e tipicità del frutto.

    VINIFICAZIONE: dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato effettua una breve macerazione a freddo. Dopo una soffice pressatura delle vinacce il mosto fermenta a temperatura controllata di 15° C per circa 10 giorni.

    AFFINAMENTO: 4 mesi in acciaio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: La delicatezza e freschezza di questo Chardonnay diventa un ottimo segreto per allegri aperitivi, particolarmente esaltante durante le calde sere estive. Salumi e formaggi sono piacevolissimi compagni di sorso. Chips di patate rosse e croccanti fritture rendono dinamico l’approccio gustativo.

    SERVIRE A 10-12°C.

  • 7,90

    Malvasia Bianca Varietale – Cantine PaoloLeo

    MALVASIA BIANCA VARIETALE SALENTO IGP

    Nota per la sua aromaticità e freschezza, la Malvasia Bianca vinificata in purezza è una nicchia nel panorama enologico. I suoi spunti ed il suo candore regalano grandi emozioni gustative.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: campagne salentine nelle province di Brindisi e Lecce.

    UVE: 100% malvasia bianca di Lecce.

    COLORE: color giallo paglierino dai riflessi brillanti.

    PROFUMO: all’olfatto suggerisce delicate percezioni tropicali che ricordano il mango e la papaya. Succose note agrumate donano uno tocco brioso.

    GUSTO: dal sorso vivo in sapidità dimostra un gusto fresco e piacevolmente persistente.

    VENDEMMIA: la vendemmia viene effettuata nelle prime ore del mattino affinché le temperature più miti del giorno possano preservare la freschezza e aromaticità di questo delicato vitigno.

    VINIFICAZIONE: dopo la raccolta le uve vengono pigiate e con particolare delicatezza passano in presse soffici. La fermentazione del mosto avviene a temperatura di 15°C per circa 10 giorni.

    AFFINAMENTO: 4 mesi in acciaio e 1 mese in bottiglia.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: La delicatezza e l’aromaticità della Malvasia Bianca diventano ideali in abbinamento con piatti a base di pesce e formaggi a pasta molle. Tartare di salmone e tonno rosso con cubetti di mango ed avocado sono un desiderio da non lasciarsi sfuggire. I frutti di mare sono una golosità che i più curiosi proveranno in compagnia dei ricci di mare.

    SERVIRE A 10-12°C.

  • 7,90

    Verdeca – Cantine PaoloLeo

    VERDECA 

    Antico vitigno a bacca bianca di origine incerta, abbastanza diffuso in Puglia. La sua massima espressione produttiva e qualitativa è legata al territorio della Valle d’Itria, dove si coltiva su un’area collinare che vanta un’ottima esposizione solare ed è ben ventilata. Queste condizioni permettono di produrre vini freschi e aromatici, delicatamente fruttati ed eleganti, che nulla hanno a che invidiare ad altri vitigni simili coltivati in regioni più settentrionali dello Stivale.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: provincia di Brindisi e Bari.

    UVE: 100% verdeca.

    COLORE: vino dal colore giallo con riflessi verdognoli.

    PROFUMO: bouquet intenso, delicato, floreale.

    GUSTO: gusto asciutto, fresco, pieno.

    VENDEMMIA: raccolta manuale tra la fine settembre e inizio di ottobre.

    VINIFICAZIONE: raccolta nelle prime ore dell’alba in modo da preservare i profumi e successiva pressatura soffice. Fermentazione del mosto con lieviti selezionati ad una temperatura controllata di 13° per 10 giorni.

    AFFINAMENTO: 3 mesi in serbatoio di acciaio e 1 mese in bottiglia.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: vino pronto, con delicate evoluzioni olfattive nei successivi 2-3 anni, a cui seguono evoluzioni gustative orientate alla diminuzione della componente tannica.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: piatti a base di pesce, crostacei e frutti di mare; formaggi delicati, salumi non stagionati e verdure.

    SERVIRE A 8-10 °C

  • 7,90

    Negroamaro Varietali – Cantine PaoloLeo

    SALENTO IGP

    Considerato il più celebre tra i vitigni autoctoni salentini il Negroamaro racconta l’identità del Salento grazie alla sua struttura, persistenza e fascino. Il suo carattere, deciso e rustico, lo rende un vino rosso dal romantico e suadente sorso.

    Scheda Tecnica

    ZONA DI PRODUZIONE: area rurale di San Donaci e Salice Salentino.

    UVE: 100% primitivo

    COLORE: Rosso rubino più o meno intenso.

    PROFUMO: Intenso, pieno e fragrante.

    GUSTO: Armonico, di corpo, con sensazioni di piccoli frutti rossi.

    VENDEMMIA: La vendemmia manuale viene effettuata alle prime ore del mattino preservando freschezza e aromaticità.

    VINIFICAZIONE: Dopo la raccolta l’uva viene diraspata ed il pigiato fermenta in acciaio a temperatura controllata di 22-24°C per 8-10 giorni. La fermentazione viene controllata affinché i rimontaggi giornalieri possano esprimere la migliore tipicità del vitigno. Successivamente avviene la fermentazione malolattica.

    CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: 5 mesi in acciaio.

    ABBINAMENTI GASTRONOMICI: tipicità che sposa carni di ricca struttura. Proposto in compagnia di brasati e ragù di cinghiale, Formaggi strutturati e salumi speziati.

    SERVIRE A 18°C

Prodotto

Prezzo